Versus Zhukov

La risposta al blog del Generale Zhukov Questo sito aderisce al

Sunday, July 24, 2005

Piccoli soldatini dubitano

John Reed said...

Generale, generale...

quando ci riferiamo alle Sue difese vogliamo semplicemente dire che, essendo nella disagevole e rischiosa postazione del T34, Lei è giustamente guardingo. A volte troppo, ma è comprensibile. Il problema è che a volte Lei esagera nell'autotutela e quando trova una voce non del tutto conforme al suo pensiero alza il livello di autodifesa. Noi abbiamo fatto in un passato recente alcune osservazioni da Lei non condivise. Succede. Ma perché invece di rispondere "non condivido" Lei deve per forza attaccare sul piano personale affibbiando mentalità contadine a pioggia o permettersi di scrivere una roba come "mi sembra che la cacca non colpisca mai obbiettivi civili, ma solo rigorosamente il target nel mirino. Forse è questo il problema, caro Reed?"?. Cosa voleva dire, scusi? Ci voleva dare dei collusi? Voleva forse dire che siamo dei para*uli? Scusi se insistiamo, ma non è così che va la dialettica. Se Lei dice una ca**ata, sempre Generale rimane, dal punto di vista nostro. Non vedo perché invece dal Suo punto di vista quello che ha definito "un interlocutore interessante" improvvisamente debba diventare un minus habens. Questa osservazione non per amor proprio, ma per spiegarLe quale secondo noi è il problema che parte dalla famigerata bile e termina non le alte difese. Ribadisco: meglio un amico che La manda affan*ulo che un nemico che La blandisce e glielo piazza in quel posto.

Discorso Ds. La metafora calcistica ci ha procurato qualche dolore al duodeno, ricordandoci troppo alcune berlusconate (lo sappiamo, è scorretto ma, come dice qualcuno, l'onestà avant tout). Certo, se è su questo terreno che la vogliamo giocare, allora Le direi di fare attenzione. Lei scrive: "Se ho in porta Zoff ( ma Rigeau è molto meno bravo…) che però gioca con l’altra squadra, per la quale ha firmato nella prossima stagione, lei troverebbe strano che l’allenatore metta in porta la riserva? E’ chiaro il concetto?". A noi il concetto pare chiaro. Quello che non pare chiaro a Lei è il fatto che forse è direttamente l'allenatore ad avere rapporti quanto meno strani con l'altra squadra.
Per quanto riguarda Carmela Fontana: non ci dica "lasci lavorare" (altra berlusconata). Nel nostro precedente intervento ci siamo lasciati giustamente andare a lodi sperticate e meritate ad una donna e compagna inappuntabile. Ma rimane il fatto che nessuno nasce imparato e che il rischio di cannibalizzazione e sbranamento esiste (come Mancuso ha spiegato molto meglio di noi). Oltre tutto Lei dove li vede, tutti questi soldatini rossi impegnati a fare da cordone sanitario? Il suo blog Lei lo scrive ma non lo legge, visto che Lei per primo, Generale, si doleva della sparizione del popolo - dirigente e di base - di nobile stirpe piccìina.

La salutiamo con rispetto sperando di non provocarLe ulteriore fastidio.

JR (che non è Djeyar...)

24 luglio, 2005 19:36
John Reed said...

Chiedo scusa, non vorremmo fare la figura dei grafomani, visto che già ce n'è uno da queste parti, ma dimenticavamo una cosa. Noi non siamo di quelli che vogliono vincere una partita senza mai tirare in porta, come lei furbescamente ha provato a dire. Tuttavia le facciamo notare - per rimanere al pallone - che tra un catenacciaro come Nereo Rocco (scudetti, coppe dei campioni, un posto nella storia) e un offensivista champagnaro come Gigi Maifredi (mezza classifica con la Juve, licenziamento in tronco, un posto a Quelli che il Calcio), la scelta è banale. Solo per dire che spesso a fare i manichei la realtà viene ridotta in maniera un po' troppo semplice.

Sempre con il dovuto rispetto.

0 Comments:

Post a Comment

<< Home